L’ossigenoterapia iperbarica può aiutare il figlio di Maria?

Salve,

volevo chiedere gentilmente un consiglio per mio figlio: gli hanno prescritto un’artroprotesi dell’anca.

Esito rx bacino: displasia d’anca bilaterale con perdita della normale felicità delle teste femorali e aspetto sfuggente dei cigli acetabolari d’ambo i lati con rapporti articolari tuttavia conservati, all’articolazione coxo-femorale destra coesistono vistose alterazioni degenerative con sclerosi delle facce articolari contrapppste e geodi subcondrali al tetto acetabolare.

Esito della visita ortopedica: coxa plana bilaterale più accentuata a destra da verosimili esiti di morbo di perthes anca estesa con limitazione di abduzione e intrarotazione ipometria di 1cm.rx grave quadro artosico a destra con presenti già geodi cotiloidei, verosimile artroprotesi anca.

Vorrei sapere si possono avere miglioramenti con la camera iperbarica,

Grazie,

Maria

Un commento a “L’ossigenoterapia iperbarica può aiutare il figlio di Maria?

  1. Claudia Rastelli on

    Gentile signora Maria,
    mi dispiace molto per le condizioni di suo figlio.
    Purtroppo in un quadro clinico come questo, in cui il paziente ha già subito gravi alterazioni strutturali che coinvolgono l’osso e la cartilagine articolare, l’ossigenoterapia iperbarica non è indicata.
    Probabilmente l’artroprotesi aiuterà suo figlio a vivere una vita con meno limitazioni di quella che sta conducendo ora.
    Le faccio un grosso in bocca a lupo,

    Cordiali saluti,

    Dott.ssa Claudia Rastelli
    Laurea in Medicina e Chirurgia all’Università di Ferrara
    Ordine dei Medici Chirurghi di Rimini n. 2074

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *