Sindrome di Ménière e terapia iperbarica

Mi è stata diagnosticata da una decina di anni la sindrome di Ménière, con i sintomi ad essa legati come acufeni, orecchio chiuso, ipoacusia, vertigini associate, soprattutto nella prima fase, a vomito. Vorrei sapere se cicli di camera iperbarica potrebbero portare benefici, premesso che ormai il calo dell’udito all’orecchio sinistro interessato è del 60% e che le vertigini sono ultimamente di minore intensità senza manifestazioni di vomito.

Grazie per la gentilezza, vi saluto cordialmente.

 Renato Cavalli

Un commento a “Sindrome di Ménière e terapia iperbarica

  1. Claudia Rastelli on

    Gentile Signor Renato, grazie per averci scritto, mi dispiace che debba confrontarsi con questa fastidiosa condizione.

    La Sindrome Di Ménière è caratterizzata da un insieme di sintomi quali, ipoacusia, acufeni e vertigini; è una patologia cronica dovuta a un aumento della pressione dell’orecchio interno per un aumento del volume della così detta Endolinfa. L’idrope della endolinfa causa danni ai recettori vestibolari e cocleari e ciò causa la caratteristica sintomatologia della malattia.

    Alcuni studi svolti hanno dimostrato come la Terapia Iperbarica è utile in quanto:
    – Aumenta la quota di ossigeno disciolta nel sangue e questo migliora lo stato delle cellule.
    – La terapia svolta in iperbarismo alternato aumenta l’ossigeno che arriva, attraverso la tuba di Eustacchio, all’orecchio medio e attraverso la membrana della finestra ovale si discioglie nei fluidi dell’orecchio interno. Ciò giova alle cellule presenti migliorando la funzionalità della pompa Sodio/Potassio, di conseguenza il bilancio ionico e quindi la produzione di endolinfa.
    – Si ha inoltre una Riduzione dell’ematocrito e della viscosità del sangue con conseguente miglioramento del microcircolo.
    – Le variazioni di pressione che si hanno durante il trattamento in Camera vengono percepite a livello dell’orecchio interno e ciò provoca un abbassamento della pressione endolinfatica.

    Presso il Centro Iperbarico di Ravenna possiamo effettuare trattamenti periodici di Ossigenoterapia secondo uno schema che prevede un iniziale ciclo di 15 sedute da 90 minuti in iperbarismo alternato e successivi richiami ogni 4 mesi da 10 sedute. Durante il tempo trascorso in camera verranno poi effettuati test di risposta a stimoli uditivi semplici al fine di sollecitare l’orecchio a rispondere a stimoli sonori.

    In aggiunta consiglierei un trattamento di massofisioterapia per attenuare eventuali problematiche che possono esserci a livello dell’articolazione Temporo-mandibolare e a livello cervicale.

    Da sottolineare come questo sia un trattamento volto a migliorare e ridurre la sintomatologia clinica non curativo per la patologia.

    Le porgo i miei saluti,
    Dott.ssa Claudia Rastelli

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *