Ulcera terribile da quasi quarant'anni: non so più che fare, aiutatemi!

Buongiorno,
navigando in internet,  mi sono imbattuto nella pagina del vostro blog in cui si parla di un’ulcera impossibile….

Beh, penso che la mia sia altrettanto complicatissima visto e considerato che l’ho da quando avevo 15/16 anni e ora ne ho 50. Ho fatto cure di tutti i tipi, occlusive e non, controlli, foto e quant’altro. Ho fatto anche un trapianto di cute sia sulla gamba destra che sulla sinistra: a sinistra la ferita si è chiusa ma a destra no. Dopo aver letto l’articolo di cui vi parlavo, penso sia così difficile per via delle cinque fratture avute all’altezza della caviglia stessa. Anni fa ho anche fatto la camera iperbarica….

Ora, dopo un periodo di cure con con cuticerin garze 10×10, sto provando con l’unguento ai peg most. Non so piu che fare!

Talassemia, faccio la cura con anticoagulante (le carte dell’ospedale Policlinico di Milano sono aggiornate) e ho l’invalidita all’80% .

Davvero non so più cosa fare ma dopo aver letto il vostro articolo penso che il mio problema potrebbe essere molto simile perchè anche quel signore era stato operato al tendine..

Ps: mi piacerebbe davvero che qualcuno potesse fare qualcosa

Grazie

Un commento a “Ulcera terribile da quasi quarant'anni: non so più che fare, aiutatemi!

  1. Klarida Hoxha on

    Caro Massimiliano,
    mi dispiace per la sua storia e per le sue sofferenze. Grazie per averci scritto e spero di esserle utile in qualche modo.

    Il suo quadro è simile ad altri pazienti che abbiamo già trattato e che abbiamo ancora in cura. Le ulcere della pelle sono frequenti in persone affette da talassemia, in quanto questa patologia determina una non corretta ossigenazione di tutti tessuti del corpo. Infatti quando l’ossigeno in circolo nel sangue è poco, si va a concentrare sugli organi interni, vitali, mentre tende ad abbandonare le estremità del corpo, come mani e piedi. L’emoglobina bassa determina un rallentamento anche nella guarigione delle ferite.
    L’approccio corretto per guarire le sue ulcere è quello di compensare la patologia di base. Intanto potrebbe essere utile qualche consiglio.

    I dieci alimenti con alta disponibilità di ferro sono: cacao amaro in polvere, legumi, fegato bovino, vongole, cozze, cioccolato fondente, spigola, carne di cavallo.
    Il ferro contenuto negli alimenti di origine animale è più disponibile del ferro contenuto negli alimenti di natura vegetale, è quindi buona regola alternare alimenti di origine animale con quelli di origine vegetale.
    Per facilitare l’assorbimento del ferro è importante inserire nell’alimentazione cibi ricchi di vitamina C (agrumi, frutti di bosco, kiwi, fragole, pomodori, peperoni, ortaggi a foglie verdi). Una ricerca ha dimostrato che, per esempio, la vitamina C contenuto in un bicchiere di succo d’arancia, triplica l’assorbimento del ferro contenuto nella prima colazione.

    Un altro elemento che migliora l’assorbimento del ferro è l’esercizio fisico moderato.
    E’ in questi casi che l’Ossigeno Terapia Iperbarica (OTI) può contribuire a migliorare il suo quadro clinico, in accordo con l’ematologo che la segue. Quando ci sono delle patologie che richiedono un enorme sforzo da parte del nostro fisico, le ulcere vengono messe in “secondo piano” dal nostro cervello perché non vi sono le energie necessarie per fare fronte a tutto. L’ossigeno iperbarico invece funziona come una ricarica energetica per le cellule del nostro corpo. Inoltre, lo staff specializzato nella cura delle ferite l’aiuterà nella guarigione delle sue ulcere.

    Ci contatti al numero della nostra segreteria 0544/500152, e prenda un appuntamento per una prima visita. Rimaniamo a disposizione per qualsiasi chiarimento.

    Un caro saluto,
    Klarida Hoxha

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *