Maschera ottica: è necessario modificare la correzione delle lenti?

Buongiorno dottore, sono un appassionato del mare e “dei suoi abitanti”!

Ho letto i suoi articoli sulla rivista Mondo Sommerso e vorrei chiedere un parere tecnico: sono miope e devo utilizzare una maschera con lenti correttive.

C’è chi dice che le lenti devono avere 0,50 diottrie in meno rispetto a quelle reali, per via dell’effetto “ingrandimento” che si ottiene in acqua e c’è invece chi sostiene che la correzione non vada fatta, che le lenti debbano avere la stessa gradazione di quelle applicate ai normali occhiali da vista.

Sareste così gentili da darmi una risposta? Un cordiale saluto e grazie. Francesco

0 commenti a “Maschera ottica: è necessario modificare la correzione delle lenti?

  1. Pasquale Longobardi on

    caro Francesco, ti ringrazio per l’attenzione e per la lettura degli articoli pubblicati su Mondo Sommerso (http://www.mondosommerso-online.it/). Mi piace scriverli e interagire con i lettori.

    Per rispondere sinteticamente al tuo quesito: le lenti della maschera ottica devono avere la stessa gradazione degli occhiali da vista.

    E’ vero che il raggio luminoso subisce una deviazione nel passaggio dall’aria all’acqua (rifrazione) ma è da considerare la tecnica di costruzione delle lenti ottiche.

    Le lenti dei tuoi occhiali sono come un “menisco” che ha la curvatura su entrambi i lati. Se, solo teoricamente, tu applicassi quelle lenti alla maschera sarebbe necessaria una correzione delle lenti per compensare la diversa rifrazione della luce (per la miopia la correzione necessaria sarebbe di circa – 0,50 diottrie).

    In realtà, le lenti della maschera ottica hanno il lato esterno (verso l’acqua) piatto e il lato interno (verso gli occhi) curvo: concavo per la miopia, convesso per l’ipermetropia. Il fatto che la lente della maschera sia, per te che sei miope, piano/concava corregge di per sé la diversa rifrazione della luce tra aria e acqua.

    Quindi le lenti della maschera ottica subacquea devono avere la stessa gradazione delle lenti degli occhiali. E’la loro diversa tecnica di costruzione che corregge, di per sé, la diversa rifrazione della luce tra aria e acqua.

    Spero di aver risposto chiaramente al tuo quesito. Per maggiori informazioni contatta Giovanni Forlini, tecnico ottico esperto in materia e responsabile di Ottica Gasperini in Ravenna, all’email info@otticagasperini.it (sito web: http://www.otticagasperini.com) oppure me all’email divedoc@libero.it (tel. Centro iperbarico Ravenna 0544-500152).

    Nel sito dell’Ottica Gasperini ci sono alcune raccomandazioni utili per la scelta e la manutenzione della maschera ottica (http://tinyurl.com/6do5bgf)

    ciao, Pasquale

    Rispondi
  2. vincenzo on

    Salve sapreste indicarmi la correzione da applicare a delle lenti x maschera sub? Ci sono formule da adottare?
    La mia prescrizione è:
    O.DX……SF -0,50 CIL -2,50
    O.SX……SF -0,50 CIL -2,00
    Grazie
    Cordiali saluti
    V. Bonura

    Rispondi
    • Pasquale on

      gentile Vincenzo, tu sei affetto da una importante astigmatismo (che peggiora in immersione) e da una leggera miopia (che migliora in immersione). Non hai fornito l’asse del cilindro, parametro importante per indicarti la corretta correzione della maschera ottica. In generale, nel tuo caso, è sufficiente avere delle lenti ottiche con la stessa gradazione per l’astigmatismo delle lenti che utilizzi in superficie (non correggere la miopia). Non serve applicare formule di correzione. Per maggiori informazioni contatta l’ottico Giovanni Forlini (info@otticagasperini.com), esperto per la visione in immersione che collabora con il Centro iperbarico Ravenna e/o la nostra segreteria (0544-500152, segreteria@iperbaricoravenna.it).
      Un caro saluto, Pasquale Longobardi

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *