La classe 2^H del Liceo Artistico “P. L. Nervi – G. Severini” di Ravenna vince la XII edizione del Premio Guidarello Giovani “Reportage in Azienda”

Il Premio Guidarello per il Giornalismo d’Autore nasce 47 anni fa a Ravenna. È una manifestazione voluta dall’allora Confindustria Ravenna (ora Confindustria Romagna) per premiare le firme giornalistiche italiane ed europee già affermate, per la qualità del loro lavoro.

Quest’anno la giuria, presieduta da Bruno Vespa, ha consegnato il Guidarello ad honorem all’economista Carlo Cottarelli, già Direttore esecutivo al Fondo Monetario Internazionale e Commissario straordinario della revisione della spesa pubblica.

All’interno della manifestazione principale, per stimolare l’incontro fra le idee, la curiosità dei giovani e il mondo del lavoro, nasce il Premio Guidarello Giovani.

Il Guidarello Giovani di quest’anno, giunto alla sua XII edizione, ha coinvolto quasi 400 studenti degli istituti superiori delle province di Ravenna e di Rimini, che hanno visitato una ventina di aziende del territorio per realizzare poi i loro elaborati. Fra le aziende scelte dai ragazzi non potevamo mancare noi del Centro Iperbarico di Ravenna, da sempre vicino ai giovani e alle iniziative che li rendono protagonisti.

Il Centro ha avuto la fortuna di ospitare i ragazzi della classe 2^H del Liceo Artistico di Ravenna, che insieme alla loro insegnante, Francesca Massaroli, hanno scoperto come si lavora in un moderno Centro Iperbarico, quali sono i benefici dell’ossigeno iperbarico (OTI) e come si curano le ferite difficili (CCFD). Da questa bella giornata è nato il loro elaborato che li ha portati sul podio del Guidarello Giovani.

Il racconto, intitolato: “L’ossigeno che illumina il buio del dolore. Un viaggio nel Centro Iperbarico di Ravenna” narra la storia di un ragazzo a cui capita un incidente e della sua guarigione.

Clicca qui per scaricare il reportage.

Foto: Resto del Carlino

La giuria del Guidarello Giovani ha voluto premiare lo sforzo creativo e la resa espressiva del contributo proposto: “Sono stati giudicati positivamente la descrizione della visione da parte dell’utente e la capacità di cogliere e sviluppare le informazioni raccolte, sfruttando anche spunti propri della narrativa e dimostrando una spiccata vivacità dell’espressione contemporanea”. La scuola si è aggiudicata il premio del valore di quattromila euro, più mille euro per il miglior elaborato assoluto.

Bravi ragazzi! E’ stato emozionante leggere il vostro racconto, avervi conosciuti e vedervi salire sul gradino più alto del Guidarello, siamo orgogliosi di voi. Speriamo che questa vittoria sia per voi uno stimolo per continuare a crescere e ad affrontare il mondo con sguardo critico e costruttivo. Un grande in bocca al lupo per un futuro ricco di emozioni da tutto lo staff del Centro Iperbarico di Ravenna!

 

3 commenti a “La classe 2^H del Liceo Artistico “P. L. Nervi – G. Severini” di Ravenna vince la XII edizione del Premio Guidarello Giovani “Reportage in Azienda”

  1. Pasquale Longobardi on

    Complimenti iperbarici, profondi agli allievi della classe 2^H del Liceo Artistico di Ravenna, alla loro insegnante, Francesca Massaroli, allo staff e agli imprenditori del Centro iperbarico Ravenna per il meritato e importante successo. Ne sono triplicemente orgoglioso: come Presidente SIMSI (www.simsi.it) per la diffusione della cultura sugli infiniti benefici della ossigenoterapia iperbarica in particolare tra i giovani; come Direttore sanitario del Centro iperbarico Ravenna per la eccellenza della struttura magistralmente raccontata dagli studenti; come papà di Gaia che frequenta l’ultimo anno del prestigioso Liceo Artistico di Ravenna e mi regala tante soddisfazioni. Bravi. Pasquale Longobardi

    Rispondi
  2. Eulalia Severi on

    Io ho il piacere di lavorare al Liceo Artistico come collaboratrice scolastica e ho il piacere che i ragazzi abbiano vinto parlando del fantastico Centro iperbarico. Ho dovuto sottopormi a moltissime camere, oltre 100, con buonissimi risultati, ma quello che più fa bene è quello che sapete dare a noi che veniamo li con dolore. GRAZIE A TUTTI VOI

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *