Cistite e proctite post attinica: l’OTI può essere d’aiuto?

Buongiorno, nel 2017, a causa di una neoplasia di III grado non operabile alla cervice uterina, sono stata sottoposta a chemioterapia, radioterapia e brachiterapia; ho terminato la terapia a fine maggio 2017.

Da allora soffro di cistite post-attinica e da alcuni mesi anche di proctite. Fino ad ora nessuna terapia propostami ha dato alcun miglioramento.

Documentandomi per trovare una soluzione ho letto che l’ossigenoterapia iperbarica potrebbe essere d’aiuto. É così? In caso affermativo come dovrei procedere?

In attesa di gentile riscontro porgo i migliori saluti.

 

 

Un commento a “Cistite e proctite post attinica: l’OTI può essere d’aiuto?

  1. Dr. Andrea Galvani on

    Buongiorno, grazie per averci scritto.

    Le problematiche di cistite e proctite post-attinica solitamente rispondono molto bene alla terapia con Ossigeno-iperbarico.
    Il protocollo prevede – dopo la prima visita- la prescrizione di un ciclo standard da 30 sedute a 2,5 ATA di pressione, ogni seduta dura 90 minuti e la frequenza è quotidiana dal lunedì al venerdì.
    In diversi casi è necessario per il paziente sottoporsi ad alcuni cicli di richiamo periodici (1/2 volte all’anno) ma di 10-15 sedute.

    Se vuole può inviarci la sua documentazione clinica all’indirizzo mail: segreteria@iperbaricoravenna.it

    In bocca al lupo,
    Dott. Andrea Galvani
    Laurea in Medicina e Chirurgia all’Università Alma Mater Studiorum di Bologna, n. ordine dei Medici Chirurghi di Rimini: 02337

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *