Laser SmartXide2 CO2 di DEKA: intervista al Dr. Longobardi

Oggi scopriamo insieme al Dr. Longobardi che cos’è il Laser SmartXide2 (quadro) CO2 di DEKA, che di recente è entrato a far parte dei dispositivi per i trattamenti di cura per le ferite che si possono utilizzare al Centro Iperbarico di Ravenna.

Laser SmartXide2 CO2

Dr. Longobardi, ci racconti la storia di un paziente che avete curato al Centro Iperbarico di Ravenna con il Laser SmartXide2 CO2

Per capire meglio l’utilità e le potenzialità del laser, vi racconto di una nostra paziente arteriopatica: la signora B.A. La signora è stata presa in carico al Centro Cura Ferite Difficili del Centro Iperbarico Ravenna con proposta di amputazione gamba sinistra (da sotto il ginocchio). La signora aveva già subito l’amputazione dell’avampiede destro. Quello che siamo riusciti a fare, integrando le medicazioni con poche sedute di laser, è stato di riuscire a salvare l’arto ed evitare così l’amputazione che le avevano proposto. Vi lascio pensare alla grande gioia di B.A.

Naturalmente oltre al notevole beneficio per la signora, c’è anche un grande risparmio per la comunità. Per darvi un’idea un’amputazione ha un costo al primo anno di circa € 36.000,00 (fonte NICE UK clinical guideline 147/2012 «Lower Limb Peripheral Arterial Disease: costing report») a carico del Servizio Sanitario. Senza contare i costi indiretti che i familiari devono sostenere.

Dr. Longobardi, ci può spiegare che cosa sono il Laser SmartXide2 CO2 e la metodica Giotto Touch?

Il Laser SmartXide2 CO2 è un dispositivo innovativo caratterizzato da una grande versatilità, pensato da DEKA per il settore del Wound Care. Selezionando opportunamente i parametri dell’emissione laser (come potenza, forma dell’impulso, frequenza e funzioni di scansione), il medico può compiere importanti azioni necessarie ad attivare i processi di guarigione della ferita. Per esempio si può: rimuovere il tessuto morto, danneggiato o infetto dalla ferita (debridement), stimolare la rigenerazione del tessuto. Inoltre, è possibile operare anche sulle ossa ma a una potenza maggiore, stimolando la ricrescita delle cellule della riparazione. La tecnica di utilizzo prevede di “pennellare” la ferita con il manipolo del laser. Da qui il nome della “Metodica Giotto Touch”, in onore del grande artista italiano.

Perché il Centro Iperbarico di Ravenna ha deciso di acquistare il Laser SmartXide2 COe a cosa serve?

Le ferite difficili sono un problema molto diffuso e in continua crescita. Pensate che in Europa l’incidenza delle ferite sulla popolazione varia da 240 a 370 casi ogni 100.000 abitanti (dati 2015). Queste ferite possono insorgere a seguito di vari fattori, tra i quali neuropatia, insufficienza vascolare e scarsa capacità di guarigione del paziente. Le ferite hanno effetti devastanti sulla vita quotidiana delle persone con dolore intenso, ridotta mobilità e limitazione delle capacità lavorative, oltre a un costo significativo per la comunità.

Il protocollo usato al Centro Cura Ferite Difficili del Centro Iperbarico di Ravenna prevede una procedura di base con tecniche semplici, tipo medicazioni, bendaggi e misura dell’area della ferita. Il paziente deve rispondere a questa terapia ed entro le quattro settimane la lesione si deve ridurre della metà. Se questo accade, nei tre mesi successivi la lesione guarisce. A volte tuttavia ci sono delle comorbidità, cioè altre patologie quali: diabete, problemi epatici o reumatici, insufficienza circolatoria e infezioni che ritardano la guarigione. 

Laser SmartXide2 CO2

Di conseguenza, la ferita non tende a guarire nei tempi prefissati con il grave rischio di arrivare, in certi casi, fino all’amputazione dell’arto interessato. Quindi bisogna aggiungere altre tecniche per cercare di riportare la traiettoria di guarigione della ferita a quella regolare. Il primo passo è pulire bene la lesione. Per fare questo al Centro Cura Ferite Difficili utilizziamo varie tecniche avanzate: una di queste è il Laser SmartXide2 CO2.

Il Centro Iperbarico di Ravenna ha deciso di acquistare il Laser SmartXide2 CO2 perché è indicato per tutti quei pazienti che presentano ulcere cutanee, dolorose e di difficile cicatrizzazione, con patologie debilitanti come il diabete, patologie reumatiche, oppure per la presenza di più patologie associate. Questo ci permette di implementare le possibilità di cura che possiamo offrire ai nostri pazienti.

Quali sono i benefici del Laser SmartXide2 CO2 ?

I benefici del Laser SmartXide2 CO2 sono numerosi. Già dalla prima seduta riduce notevolmente il dolore e i tempi di guarigione, favorisce e accelera la crescita di nuovo tessuto. Ci permette di agire chirurgicamente sulla ferita “senza contatto”, ovvero non esercitiamo nessuna pressione sui tessuti esposti al trattamento. Il potente effetto antibatterico/antimicrobico del laser contactless consente agli innesti cutanei di attecchire meglio.

Poter disporre di un dispositivo così all’avanguardia con potenzialità non ancora completamente espresse, ci permette di rispondere alla cura delle ferite difficili con un approccio multidisciplinare sempre più efficace.

2 commenti a “Laser SmartXide2 CO2 di DEKA: intervista al Dr. Longobardi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *