Osteomielite cronica refrattaria

(per ulteriori informazioni vedi sito www.osteomielite.it di Giovanni Gualdrini)
 

Definizione

Flogosi sostenuta da presenza di germi patogeni o, meno comunemente, da miceti in un segmento osseo costituito da una corticale ed uno spazio midollare. Se il segmento osseo non ha midollo, come il calcagno o una falange, l’infezione è definita osteite. Si distingue in acuta e cronica.

 

Terapia convenzionale

Il trattamento dell’osteomielite cronica è attualmente costituito da trattamento chirurgico, antibioticoterapia, ossigenoterapia iperbarica (OTI), stimolazione antibatterica attiva (ITSB). Il trattamento chirurgico è il punto fondamentale della cura dell’osteomielite. L’obiettivo è la rimozione della infezione ed il ripristino funzionale del segmento osseo in trattamento.
L’antibioticoterapia è necessaria solo come profilassi nel peri e post operatorio. Fino ad ora nessuna terapia antibiotica da sola si è rivelata efficace su una osteomielite cronica. L’ossigenoterapia iperbarica ha scopo adiuvante e crea le migliori condizioni cliniche ossigenative per la funzionalità degli antibiotici, risolve eventuali deficit ossigenativi locali, migliorando la prognosi. La stimolazione antibatterica attiva è un problema aperto. Non vi sono ricerche scientifiche che dimostrano l’efficacia o la via di azione della immunoterapia.

 

Criteri per appropriatezza OTI

E’ appropriato il trattamento dei pazienti di gruppo 3-4 BL/Bs e C (classificazione di Cierny Mader) allo scopo di farli transitare in gruppi o sottogruppi prognosticamente migliori e i pazienti di gruppo 3-4 A al fine di concorrere ad evitare l’evoluzione in gruppi a prognosi peggiore.

Tab.1 – Classificazione di Cierny Mader
 

Classificazione anatomopatologica Descrizione
Stadio 1 Infezione midollare ovvero monocompartimentale Esempio: complicazione settica in esiti di sintesi con chiodo endomidollare
Stadio 2 Osteite corticale parziale, senza interessamento dello spazio midollare. Esempio : osteite tibiale in esito di Vollkmann della loggia muscolare anteriore tibiale
Stadio 3 Infezione della corticale e dello spazio midollare, con presenza di fistole e di sequestri
Stadio 4 Infezione diffusa midollare e corticale con sequestri multipli sul perimetro osseo e fistole
Classificazione clinica
 
Paziente di gruppo A I pazienti di questo gruppo sono affetti da una infezione cronica dell’osso, ma sono indenni da patologie croniche sistemiche o da grave compromissione locale
Paziente di gruppo BS Il paziente ha una compromissione sistemica che riduce la percentuale di guarigione.
Paziente di gruppo BL Il paziente è in buone condizioni generali, ma ha una situazione locale particolarmente compromessa.
Paziente di gruppo C Il paziente è in una situazione generale compromessa, in relazione all’età. La gravità dell’osteomielite è valutata relativamente alle condizioni generali. Il paziente di gruppo C può non essere di per sé un candidato al trattamento chirurgico. Oppure presenta disturbi modesti che non giustificano un trattamento chirurgico impegnativo. Oppure si presenta più a rischio nel trattamento chirurgico che in quello conservativo

 

Osteomielite 1° Grado

Osteomielite prima

Ostemielite 2

Osteomielite dopo

 

Posologia

  • PRESSIONE: i trattamenti vengono effettuati ad una pressione di 2.4 – 2.5 ATA
  • DURATA: 30 – 60 sedute. E’ raccomandabile che l’intervento chirurgico di pulizia, ove possibile, sia effettuato nel periodo di trattamento OTI (es: 40 OTI – Intervento – 20 OTI).

 

Bibliografia
• Cierny G, Mader JT, Penninck JJ. A clinical staging for adult osteomyelitis. Cont orthop,1985; 10:5
• Mader JT, Adams KR, Wallace WR, Calhoun JH. Hyperbaric oxygen as adjunctive therapy for osteomyelitis. Infect Dis Clin North Am 1990; 4:433-40.
• Mader JT, Hicks CA, Calhoun J. Bacterial osteomyelitis. Adjunctive hyperbaric oxygen therapy. Orthop Rev 1989; 18:581-5.
• Mader JT, Ortiz M, Calhoun JH. Update on the diagnosis and management of osteomyelitis. Clin Podiatr Med Surg 1996; 13:701-24.
• Mader JT, Shirtliff M, Calhoun JH. Staging and staging application in osteomyelitis. Clin Infect Dis 1997 ; 25 :1303-9.
• Mader JT, Shirtliff ME, Bergquist SC, Calhoun J. Antimicrobial treatment of chronic osteomyelitis. Clin Orthop Relat Res 1999:47-65.