Lesioni tissutali post attiniche (radiolesioni)

 

Definizione
Patologia a carico dei tessuti molli o delle ossa dopo terapia radiante. I quadri clinici più frequenti sono l’ulcera torpida, l’osteoradionecrosi della mandibola, enteriti e cistiti postattiniche.

 

Criteri di inclusione
1. Osteoradionecrosi della mandibola
2. Ulcera radionecrotica
3. Prevenzione dell’osteoradionecrosi della mandibola irradiata pre-estrazione dentaria
4. Enteriti e cistiti post-attiniche

 

Posologia
PRESSIONE: 2.4 – 2.5 ATA
DURATA: ciclo di 40 – 60 trattamenti.
Solamente nella prevenzione per l’estrazione dentaria in pazienti con irradiazione della mandibola e della mascella: ciclo di 20 trattamenti, 10 prima dell’avulsione dentaria e 10 dopo la stessa.

 

Verifica dei risultati in corso di terapia (per l’Osteoradionecrosi, alla 30a seduta)

⇒ GUARITO: sospende OTI

⇒ MIGLIORATO: il paziente prosegue la terapia fino a 60 sedute.

⇒ INVARIATO: se non vi è miglioramento, il paziente deve essere avviato ad un intervento chirurgico di sequestrectomia con chiusura primaria proseguendo poi l’OTI se il processo di guarigione prosegue senza complicazioni. Qualora invece la ferita tardi ancora a granuleggiare il paziente deve essere avviato ad una resezione della zona lesionata della mandibola cui fanno seguito 20 sedute di OTI in attesa dell’intervento chirurgico ricostruttivo.

⇒ PEGGIORATO: sospensione del trattamento iperbarico

 

Verifica dei risultati in corso di terapia (per l’Ulcera radionecrotica, dopo la 30a seduta)

⇒ GUARITO: sospende OTI

⇒ MIGLIORATO

  • TcPO2 > 40mmHg: controllo dei fattori di compromissione locale (perdita di sostanza, infezione); incremento della granulazione e riduzione dell’essudato o del sanguinamento (scala di valutazione di Falanga o similare): sospende OTI (ripristino microcircolo, prognosi favorevole: chiusura per seconda intenzione)
  • TcPO2 < 40 mmHg, persistenza dei fattori di compromissione locale, necessità di incrementare la granulazione o ridurre l’essudato o il sanguinamento: prosegue OTI con 1 ciclo di 20 sedute consecutive a 2.2 – 2.5 ATA (controllo alla 40a terapia). Utile valutazione chirurgica per eventuale intervento ricostruttivo.

⇒ INVARIATO o PEGGIORATO: sospensione del trattamento iperbarico

      

 

 

 

Verifica dei risultati in corso di terapia della cistite e della proctite (dopo la 30a seduta, valutazione dello specialista con endoscopia)

⇒ GUARITO: sospende OTI

⇒ MIGLIORATO: ulteriore ciclo di 20 sedute

⇒ INVARIATO o PEGGIORATO: sospensione del trattamento iperbarico (escludere recidiva neoplasia, tramite la biopsia e valutazione istologica)

 

Bibliografia
• Feldmeier JJ, Heimbach RD, Davolt DA, Court WS, Stegmann BJ, Sheffield PJ. “Hyperbaric oxygen as an adjunctive treatment for delayed radiation injury of the chest wall: a retrospective review of twenty-three cases”. Undersea Hyperb Med 1995; 22:383-93.
• Feldmeier JJ, Heimbach RD, Davolt DA, Court WS, Stegmann BJ, Sheffield PJ. “Hyperbaric oxygen an adjunctive treatment for delayed radiation injuries of the abdomen and pelvis”. Undersea Hyperb Med 1996; 23:205-13.
• Feldmeier JJ, Hampson NB. “A systematic review of the literature reporting the application of hyperbaric oxygen prevention and treatment of delayed radiation injuries: an evidence based approach”. Undersea Hyperb Med 2002; 29:4-30.
• Feldmeier JJ. “Hyperbaric oxygen for delayed radiation injuries”. Undersea Hyperb Med 2004; 31:133-45.
• Sminia P, Mayer R, Van der Kleij A, Feldmeier J. “Recent progress in defining mechanisms and potential targets for prevention of normal tissue injury after radiation therapy”. In regard to Anscher et al. (Int J Radiat Oncol Biol Phys 2005;62:255-259). Int J Radiat Oncol Biol Phys 2005; 63:649-50; author reply 650.
• Mayer R, Klemen H, Quehenberger F, et al. “Hyperbaric oxygen-an effective tool to treat radiation morbidity in prostate cancer”. Radiother Oncol 2001; 61:151-6.
• Pasquier D, Schmutz J, Lartigau E. “Radio-induced lesion in normal tissues”. In: Mathieu D, ed. Handbook on Hyperbaric Medicine. Dordrecht (NL): Springer, 2006:363-99.
• Mayer R, Hamilton-Farrell MR, Van der Kleij AJ et al. “Hyperbaric oxygen and radiotherapy”. Strahlenther Onkol 2005; 181:11