Fibromialgia: Lady Gaga annulla 10 concerti del suo tour europeo “Devastata dal dolore”

Anche Lady Gaga, al secolo Stefani Germanotta, 31 anni si arrende ai dolori della fibromialgia e annulla 10 concerti del suo tour europeo per potersi curare e riprendere da uno stato di grande dolore. Dolore che si sente ma spesso non è riconosciuto tanto che la fibromialgia  è definita anche “sindrome del dolore che non si vede” e sino a qualche tempo fa in Italia non era riconosciuta neppure come malattia. 

fibromialgia

Eppure soffrono di fibromialgia due milioni di italiani, di cui il 90% sono donne a conferma del carattere prevalentemente femminile della malattia. Dopo anni in cui i malati di fibromialgia non vedevano neppure riconosciuta la loro patologia finalmente il 15 novembre 2017 la Commissione Affari sociali della Camera ha approvato un testo che prevede di includere la fibromialgia nell’elenco delle malattie croniche di rilevante impatto sociale e sanitario e che devono rientrare nei Lea, i livelli essenziali di assistenza. Ma siamo ancora lontani da una situazione in cui sia chiaro dove e come curare i pazienti che soffrono di fibromialgia.

Ma come funziona questa malattia che ha portato la cantante Lady Gaga ad annullare il suo tour e dichiarare di essere “devastata dal dolore”? E soprattutto può essere curata?

La fibromialgia è un insieme di sintomi fisici e psichici particolarmente debilitanti che non compaiono nelle analisi di laboratorio: si caratterizza per costanti dolori muscolari accompagnati da senso di affaticamento, disturbi del sonno, reflusso gastroesofageo, colon irritabile, disfunzioni sessuali, cefalea e problemi cognitivi e di memoria.

Al Centro iperbarico di Ravenna da circa 2 anni la fibromialgia viene affrontata con un percorso multidisciplinare che prevede ossigenoterapia iperbarica, supporto psicoterapeuto e valutazione del fisiatra.

Il trattamento principale del percorso è l’ossigenoterapia iperbarica che, secondo alcuni studi pubblicati nel 2015 dall’Università di Israele, è capace di modificare dal punto di vista metabolico e perfusionale le aree cerebrali disfunzionanti che elaborano il dolore responsabile della fibromialgia migliorando i sintomi di questa malattia tanto debilitante.     
La durata complessiva del trattamento prevede circa 30 sedute di ossigenoterapia iperbarica a 1,9 bar per una durata di 90 minuti per ciascuna seduta. Per accedere al percorso di cura interdisciplinare i pazienti vengono prima valutati per verificare la correttezza della diagnosi ed escludere altre  patologie, come malattie infiammatorie, malattie autoimmuni organo-specifiche e sistemiche, malattie neurologiche, dolori neuropatici, miositi e miopatie, attraverso indagini ematochimiche, esami radiologici ed ecografici.

Al termine del primo ciclo, nella maggior parte dei paziente si ottiene un miglioramento parziale della sintomatologia complessiva. Ancora non ci sono dati adeguati per definire i tempi di mantenimento di tale beneficio e pertanto si consiglia di ripetere il trattamento con cicli di richiamo di 15-20 sedute ad intervalli quando il beneficio ottenuto si attenua e i dolori diventano di nuovo ingestibili.

 

La Republica: La fibromialgia costringe di nuovo Lady Gaga ad annullare i tour : “Forti dolori, sono devastata”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *