Giulio soffre di dermatite da stasi cronica, chiede un consiglio al nostro centro.

Ill.mo dott. Longobardi, Spettabile Staff,

Scrivo dalla provincia di Udine ho quasi 60 anni e mi rivolgo speranzoso a Voi affinche’ possiate fornirmi  una adeguata risposta alle mie problematiche.
Sono una persona con varie patologie: gotta cronica, obesita’, fibrillazione atriale cronica , e da 4 anni mi e’ stata diagnosticata una dermatite da stasi agli arti inferiori. 
Fra’ pomate gentamicina, soluzioni eosina, acido borico ecc.ecc. nulla si e’ risolto, e oggi mi trovo con entrambi gli arti infiammati, gonfi, con ulcere e con dolori atroci che non auguro a nessuno e per giunta anche con abbondanti perdite di liquido che mi creano forte imbarazzo.

Questo desideravo chiederVi Illustri dottori se presso il Vs centro potrei ottenere dei miglioramenti oppure devo rassegnarmi a vivere in questo stato. 
Mi potreste gentilmente rispondere? Quanto verrei a pagare le Vostre prestazioni? E’ possibile farlo tramite il Servizio Nazionale in quanto sono disoccupato? 
Non mi dilungo ulteriormente, ma penso di aver esposto il mio problema, e, certo in un cortese cenno di riscontro, porgo distinti ossequi.

Giulietto

Un commento a “Giulio soffre di dermatite da stasi cronica, chiede un consiglio al nostro centro.

  1. Claudia Rastelli on

    Buongiorno Signor. Giulio,
    sono dispiaciuta per le sue problematiche.
    Per risolvere il problema delle sue gambe, Le consiglio di effettuare in primis, un eco doppler artero-venoso per studiare la circolazione del sangue degli arti inferiori.
    Da quello che leggo il mio sospetto e che lei abbia una Insufficienza Venosa e una stasi linfatica che le causano gambe gonfie, pesanti, dolenti e che trasudano liquidi.
    Se fosse così, la terapia ideale sarebbe l’esecuzione di bendaggi elastocompressivi con una pressione calcolata in base al risultato del suo Eco Doppler, oltre a medicazioni avanzate specifiche alla condizione delle ferite.
    Se i Liquidi nei tessuti fossero tanto abbondanti, oltre ai bendaggi potrei consigliarLe dei massaggi Linfodrenanti che aiutino il suo corpo a drenare ed eliminare i liquidi stagnanti.
    Presso il Centro Iperbarico di Ravenna potrebbe effettuare una visita medica iniziale in cui potremmo definire meglio le cause che provocano queste ferite e fastidi alle gambe, medicare le ulcere in base alle loro caratteristiche e confezionare bendaggi adeguati al suo caso clinico.

    Il Centro è convenzionato con il Sistema Sanitario Nazionale e per ulteriori informazioni di carattere burocratico la invito a chiamare lo 0544500152.

    Ci tengo a sottolineare che il Centro esegue prestazioni ambulatoriali e non vengono eseguiti ricoveri in struttura.
    Per risolvere il suo problema sarà necessario del tempo e medicazioni seriate con una frequenza che verrà stabilita dalla sua condizione clinica.

    Le pongo i mie saluti,
    Dott.ssa Claudia Rastelli
    Laurea in Medicina e Chirurgia all’Università di Ferrara
    Ordine dei Medici Chirurghi di Rimini n. 2074

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *