Paziente anziana: può intraprendere la terapia iperbarica?

Buongiorno,

Volevo chiedere se la terapia iperbarica potrebbe essere seguita anche da mia madre di 84 anni, affetta da osteonecrosi, in discrete condizioni di salute  ( leggera ipertensione regolata con farmaci), ma con artrosi delle articolazioni che ne limitano i movimenti. 

Grazie 

Un commento a “Paziente anziana: può intraprendere la terapia iperbarica?

  1. Andrea Galvani on

    Buongiorno,

    grazie per averci scritto.

    Per quanto riguarda la situazione clinica generale, l’età non rappresenta generalmente un problema: infatti quello che si “cerca” nel corso della prima visita è la presenza di eventuali controindicazioni assolute all’ossigenoterapia iperbarica (patologie o quadri quasi tutti di ordine cardiologico e polmonare).
    Questa visita iniziale è importantissima proprio perché permette di studiare bene il paziente e di poter fare la miglior prescrizione.
    Per quanto riguarda l’osteonecrosi invece la valutazione dell’indicazione all’ossigenoterapia iperbarica passa sempre per la valutazione del “grado”, questa valutazione si fa solitamente tramite analisi delle immagini della risonanza magnetica: nella sua richiesta non specifica dove la sua mamma ha il problema, ma ad esempio se la necrosi ossea fosse a livello di una delle testa femorali, l’ossigenoterapia iperbarica troverebbe indicazione solo quando il grado è compreso fra I a IIB (secondo la classificazione di STEIMBERG).
    Solo a titolo generale la informo infine che, per questo quadro solitamente si prescrivono circa 30 sedute a 2,5/2,2 ATA di pressione con durata di 90 minuti a seduta e frequenza quotidiana.

    Se vuole un parere più preciso può mandarci il referto della risonanza magnetica via mail all’indirizzo: segreteria@iperbaircoravenna.it

    Rimaniamo a disposizione per ogni necessitò o chiarimento,
    Dottor Andrea Galvani
    Laurea in Medicina e Chirurgia all’Università Alma Mater Studiorum di Bologna, n. ordine dei Medici Chirurghi di Rimini: 02337

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *