Salute: le informazioni si cercano sempre più online (ma devono essere attendibili!)

Quanti di voi di fronte a un dubbio o un’insicurezza tirano fuori lo smartphone e dicono “lo cerco su internet”?
È un’abitudine sempre più frequente, che coinvolge tutti, nativi digitali e non, qualunque sia l’argomento che ci cruccia.
Anche la sanità. Uno dei campi su cui è più importante andare con cautela e affidarsi sempre a pareri di professionisti.  
ehealtA dircelo è una ricerca di Medipragma presentata in occasione della seconda edizione di S@lute, il Forum dell’Innovazione per la Salute. L’80% dei pazienti cerca informazioni sul web – i più attivi sono i giovani sotto i 30 anni – ma solo il 9% le confronta con il medico

L’obiettivo della survey era proprio scoprire quanto e come la popolazione italiana si informa su salute e sanità, nell’era della digitalizzazione.

Quanto internet è diventato la nostra fonte di informazioni sulle patologie che ci sono state diagnosticate?

  • L’81% degli intervistati dichiara di ricercare sul web informazioni. I più attivi sono i giovani al di sotto dei 30 anni (il 55% di loro consulta il web con più facilità rispetto agli altri),
  • Nel 58% dei casi le ricerche su internet soddisfano le esigenze di risposta,
  • Solo il 9% di chi si informa sul web si confronta poi con il proprio medico

Dove si cercano i contenuti?

  • Al primo posto i social network (24%),
  • In seconda posizione portali di informazione specializzati (19%),
  • A seguire siti istituzionali (16%) e Wikipedia (12%).
  • Agli ultimi posti: Blog e Siti Industria Farmaceutica con un 8%
  • Siti di associazioni pazienti con un 4%.

La digitalizzazione ha portato, a chiunque abbia una connessione, la possibilità di usufruire di un’infinita quantità di informazioni sugli argomenti più disparati: finalmente termini complicati, poco sentiti e difficili da pronunciare sono diventati comprensibili e alla portata di tutti.
Possiamo dire che ci spaventiamo un po’ meno di fronte a una patologia perché ora abbiamo la possibilità di capirci sempre di più, di confrontare punti di vista e approcci diversi facendo ricerche settoriali a portata di click!

Tutto questo è possibile anche perché la figura professionale del medico è mutata e sta andando di pari passo alla digitalizzazione dell’informazione: è un esperto che mette a disposizione sempre più il suo sapere e dialoga con i pazienti online attraverso social network, portali specializzati e blog dedicati.

Il Centro Iperbarico di Ravenna festeggia quest’anno il sesto anno di apertura di questo blog, dove i pazienti hanno la possibilità di chiedere informazioni e confrontarsi con medici esperti nell’ambito delle cure con ossigenoterapia iperbarica e tutte le sue applicazioni.
Per noi è importante ogni giorno cercare di rispondere prontamente e con dovizia di particolari quando ci chiedete di aiutarvi a capire meglio di quale patologia soffrite e quale cura potrebbe fare al caso vostro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *