Ossigeno Terapia Iperbarica nella cura di necrosi all’osso femorale

Dottore buongiorno,
mia madre, a seguito di gonfiore e male intollerabile al ginocchio, per un determinato periodo ha utilizzato le stampelle, ha effettuato un ciclo di antiinfiammatori e antidolorifici senza alcun risultato.
Finalmente è stata prescritta una risonanza magnetica.

Da questo esame è risultata una necrosi all’osso femorale nella parte che si collega al ginocchio, piccola lesione del menisco e liquido.

Il medico di base ha subito parlato di intervento al ginocchio e l’ha indirizzata all’ospedale Rizzoli.

Stamattina però ho trovato in internet il vostro sito e la terapia iperbarica che può essere utile in questo caso.

Vorrei sapere :

  • quali sono i tempi di attesa per visita dal dottor Longobardi e il costo della stessa effettuata in regime privatistico?
  • i trattamenti iperbarici sono mutuabili o esclusivamente a pagamento?
  • altre terapia quale piscina ecc. possono essere effettuata presso un centro di Forlì o presso il centro termale di riabilitazione delle Terme di Castrocaro?

Barbara

 

Un commento a “Ossigeno Terapia Iperbarica nella cura di necrosi all’osso femorale

  1. Claudia Rastelli on

    Gentile Signora Maria,
    grazie per la fiducia e per averci scritto.

    Le spiego subito che l’osteonecrosi ossea può essere curata con l’Ossigeno Terapia Iperbarica nel caso in cui non ci sia stata una deformazione e un crollo dell’osso.

    Nel caso di sua mamma, come per ogni paziente, prima di accedete alla terapia è necessaria una visita preliminare con un medico iperbarico che valuti il grado della lesione ossea e se esistono controindicazioni alla Terapia Iperbarica.

    Procedo a risponderle per punti in base alla sue domande:
    I tempi di attesa di un appuntamento per una prima visita in genere non superano i sette giorni.

    La Terapia Iperbarica per questa patologia è a carico del Sistema Sanitario Nazionale, deve però ovviamente essere pagato il ticket in base alla fascia di reddito.

    In associazione alla Ossigeno Teropia Iperbarica consigliamo una riabilitazione in acqua che consenta alla paziente di mantenere una buona muscolatura della gamba per non gravare il peso solamente sul compartimento osseo. Questo genere di terapia viene prescritta dopo la valutazione da parte del fisiatra e può essere svolta dove è più comodo per il paziente.

    Si consiglia inoltre l’uso delle stampelle: in questo modo l’osso colpito, che risulta essere più fragile, non sarà troppo sollecitato.

    Per qualsiasi informazione aggiuntiva o per un appuntamento, la invito a contattarci al numero della nostra segreteria 0544.500152

    Un cordiale saluto
    Dott.ssa Claudia Rastelli

    Laurea in Medicina e Chirurgia all’Università di Ferrara
    Ordine dei Medici Chirurghi di Rimini n. 2074

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *