Coxalgia bilaterale, il giovane figlio di Isabella può essere aiutato anche con l’ossigeno terapia

Buongiorno dottoressa,

a mio figlio, di poco più di 20 anni, che da tempo soffre di dolori all’anca sinistra con parziale e saltuaria riduzione della mobilità, è stata diagnosticata una coxalgia bilaterale prevalente a sinistra.

Per prevenire peggioramenti nel tempo potrebbe essere utile l’ossigeno terapia iperbarica?

Grazie

Isabella

Un commento a “Coxalgia bilaterale, il giovane figlio di Isabella può essere aiutato anche con l’ossigeno terapia

  1. Claudia Rastelli on

    Gentile signora Isabella,
    mi spiace molto che suo figlio viva questa problematica a una così giovane età.
    La coxalgia è una patologia per cui si tende ad avere dolore e rigidità delle anche.

    Innanzitutto consiglio a suo figlio di procedere con una risonanza magnetica delle anche per scoprire quale sia la causa della coxalgia: una volta fatta diagnosi sarà più facile consigliare una terapia adeguata.

    Un altro consiglio è quello di fare una visita dal Dott. Fontana qui al Centro Iperbarico di Ravenna, che potrà studiare l’appoggio plantare e la postura di suo figlio ed eventualmente potrà prescrivere dei plantari su misura o una terapia riabilitativa posturale adeguata alla problematica.

    La camera iperbarica potrebbe essere di aiuto a suo figlio se attraverso la risonanza magnetica si accerterà che abbia una problematica di tipo osseo come l’osteonecrosi delle teste del femore.

    Per qualsiasi domanda o per prenotare una visita di consulto la invito a telefonarci allo 0544.500152

    Cordiali saluti
    Dott.ssa Claudia Rastelli

    Laurea in Medicina e Chirurgia all’Università di Ferrara
    Ordine dei Medici Chirurghi di Rimini n. 2074

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *