Ferita con tessuto di granulazione: va davvero rimosso con un intervento chirurgico?

Preg.mo Dott. Longobardi, le scrivo per mio figlio.

Il 29 maggio, a seguito di una banale caduta, si è procurato il “microdistacco parcellare del nucleo di accrescimento frl terzo prossimale della falange ungueale del 1° raggio piede dx”. Inoltre è presente un ematoma subungueale (meno di un terzo dell’ unghia dell’alluce) e una ferita nell’attaccatura dell’unghia stessa, in corrispondenza della matrice.

Mio figlio ha fatto varie e dolorose medicazioni, a base di Betadyne, volte a ripulire la ferita dal tessuto infetto, steccatura ormai rimossa, e cure con Augmentin 1 gr al dì per 10 giorni. Ora il medico sostiene che, a causa della presenza di tessuto di granulazione è necessario effettuare l’anestesia locale e incidere la ferita per eliminare tale tessuto.

È questa l’ unica via da percorrere considerato che il paziente ha 10 anni ed è già provato dopo circa un mese di cure e medicazioni? Esiste un’alternativa non chirurgica?

Ovviamente sono disposta a portarlo ovunque purchè questa sofferenza finisca!

Spero di essere riuscita a spiegare la situazione in maniera chiara e precisa.

Cordiali saluti

Un commento a “Ferita con tessuto di granulazione: va davvero rimosso con un intervento chirurgico?

  1. Klarida Hoxha on

    Gentile Fabiana, mi dispiace per suo figlio e le sofferenze che sta passando ormai da qualche settimana.

    Quella che lei descrive è una lesione che riguarda il piede e parte dell’unghia dell’alluce. Ci appare strano che vi sia stato suggerito dal medico un intervento chirurgico per la rimozione del tessuto di granulazione perché in realtà esso è un tessuto buono e aiuta la ferita nella guarigione (a meno che non si tratti di tessuto necrotico o a rischio infezione).

    Per poterle dire se è davvero necessario un intervento chirurgico oppure se si può condurre la ferita verso la guarigione semplicemente con le medicazioni giuste, è necessario chiarire questo aspetto. Per questo la invito a contattare il nostro Centro (0544 500152) per prenotare una visita di controllo che ci permetta di valutare la ferita.

    Se desidera può anche inviarci delle foto della lesione a segreteria@iperbaricoravenna.it, all’attenzione di Klarida Hoxha, responsabile infermieristico Centro Cura Ferite Difficili al Centro iperbarico Ravenna. Questo ci permetterebbe di darle una prima indicazione su come procedere.

    Un caro saluto,
    Klarida Hoxha

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *