Porte aperte al Centro Iperbarico: ecco chi non può mancare!

“Porte aperte al Centro Iperbarico” si avvicina: vi aspettiamo in tanti mercoledì 17 giugno per scoprire i benefici dell’ossigenoterapia iperbarica (la medicina che viene dal mare) sul benessere della persona e la cura delle malattie.

L’iniziativa, di cui vi abbiamo già raccontato qui, è organizzata nell’ambito del  1° Festival dell’Industria e dei Valori dell’impresa promosso da Confindustria Ravenna per festeggiare il 70° compleanno dell’associazione.

ISCRIVITI E VIENI A CONOSCERCI IL 17 GIUGNO

Lo staff del Centro Iperbarico vi accompagnerà in una visita guidata alle camere iperbariche per scoprire come funzionano, racconterà i benefici della medicina che viene dal mare, le attività e i protocolli di cura nei tre ambiti di specializzazione del Centro: Ossigenoterapia Iperbarica, Cura delle Ferite Difficili, medicina sportiva e subacquea.  La visita durerà un’ora e per tutti i partecipanti ci sarà anche una sorpresa in omaggio!

porte aperte al centro iperbarico

L’OSSIGENOTERAPIA IPERBARICA (OTI)
Molti pensano che l’ossigenoterapia iperbarica sia utile solo nei casi estremi di intossicazione da monossido di carbonio o in caso di incidenti dei subacquei, ma in realtà  l’OTI è utilizzata per affrontare e curare molte malattie come malattie alle ossa (osteomieliti, osteonecrosi), ferite che non si richiudono (ulcere di diverso tipo), Piedi diabetici, retinopatie, infiammazioni alle gengive (paradontosi) e sordità improvvise.

Il trattamento di alcune di queste malattie con Ossigenoterapia Iperbarica è a carico del Sistema Sanitario Nazionale e quindi gratuito per il paziente (qui l’elenco delle malattie a carico del SSN). Altre malattie invece vengono trattate privatamente, tra queste: il riardo nel consolidamento delle ossa, la CPRS (Sindrome Regionale Dolorosa Complessa o algodistrofia), le patologie oculari, le parodontopatie e le patologie odontoiatriche e otorinolaringoiatriche (ad esempio acufeni e sindrome di Meniérè).

Il Centro Iperbarico nel 2014 ha trattato 1023 pazienti da tutta Italia e il 70% delle persone è guarita o migliorata dopo le cure, un risultato del quale siamo molto orgogliosi.

Se soffri di una tra queste malattie e vuoi capire come l’ossigenoterapia iperbarica può aiutarti a guarire oppure sei incuriosito dai benefici dell’OTI e vuoi visitare una camera iperbarica per scoprire come si svolge una seduta, non perderti l’iniziativa “Porte aperte al Centro Iperbarico”: ti aspettiamo.

IL CENTRO CURA FERITE DIFFICILI
Presso il Centro Iperbarico di Ravenna si trova anche il Centro Cura Ferite Difficili (CCFD), struttura di eccellenza per la cura di ulcere con difficoltà di cicatrizzazione. Qui lavora un tema di infermieri specializzati in wound care in grado di affrontare il problema delle lesioni cutanee croniche  con l’impiego di tecniche e medicazioni all’avanguardia, applicando nuove terapie per la rimozione dei tessuti morti e danneggiati (debridment) e la ricostruzione di nuovi tessuti (bioingegneria tessutale).

Le ulcere che si possono curare al CCFD sono: ulcere vascolari (arteriose, venose o linfatiche), ulcere da trauma e infette, ulcere reumatiche (vasculiti o ulcere da tumore), ulcere da pressione (piaghe da decubito) e piedi diabetici.

Nel 2014 il CCFD ha trattato 376 pazienti e il 70% di loro è guarito completamente. La guarigione è garantita anche dalla collaborazione con strutture come la Cell Factory Banca Regionale della cute Emilia Romagna e il Centro Grandi Ustionati di Cesena della AUSL  della Romagna, i cui specialisti lavorano in team con lo staff del Centro Iperbarico per i trattamenti di bioingegneria tessutale (ad esempio in caso di applicazione il PRP – Gel Piastrinico per velocizzare la guarigione di ferite molto complesse). Il CCFD collabora anche con il Master di I livello in wound care dell’Università La Sapienza di Roma dove fa formazione sulla terapia iperbarica nella guarigione delle ferite.

Se tu o i tuoi cari soffrite di ulcere che non guariscono e volete capire quali sono le terapie e tecniche innovative che applichiamo al Centro Cura Ferite Difficili per curare le persone con queste problematiche, venite a trovarci il 17 giugno a “Porte aperte al Centro Iperbarico”!

LA MEDICINA SPORTIVA E SUBACQUEA
Il Centro Iperbarico di Ravenna è anche un punto di riferimento per gli sportivi, dagli amatoriali ai professionisti, con una importante specializzazione nell’ambito della medicina subacquea, per la quale è riconosciuto come Centro di Eccellenza Nazionale. 

Il Dott. Medri si occupa delle idoneità allo sport agonistico e non agonistico, mentre le idoneità all’attività subacquea sono seguite dal team di medici subacquei composto dal Dott. Paolo della Torre, Dott. Luigi Santarella e Dott. Andrea Casadio, coordinati dal Dott. Pasquale Longobardi.

I medici del Centro verificano la presenza dei requisiti necessari allo svolgimento delle attività subacquee, valutano l’idoneità all’immersione, effettuano screening preventivi o rilevano informazioni in caso di danni a lungo termine legati all’attività subacquea. Al Centro Iperbarico è possibile ottenere anche l’idoneità da Operatore Subacqueo scientifico, l’idoneità da Operatore Subacqueo Tecnico e l’idoneità da tecnico di superficie per lavoro in cantiere (subacquea industriale).

Nell’ambito della medicina subacquea collaboriamo anche con la Marina Militare Italiana, il Nucleo Sommozzatori Vigili del Fuoco e il Master di medicina iperbarica e subacquea dell’Università Sant’Anna di Pisa.

Se giochi a calcio, a basket, a pallavolo o a qualsiasi altro sport e hai bisogno dell’idoneità sportiva, oppure se pratichi attività subacquea e soffri di problemi di salute sui quali vorresti fare accertamenti vieni a conoscerci il 17 giugno: il nostro team di specialisti saprà consigliarti al meglio, sia se sei un amatore che un professionista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *