La Risonanza Magnetica alla testa può escludere la presenza del Forame Ovale Pervio?

Salve,
volevo chiederle se un Risonanza Magnetica con contrasto all’encefalo possa escludere a priori la presenza del forame.

Io sono in cura per attacchi di panico: tutto è iniziato a dicembre 2013 con la comparsa dell’aura all’occhio destro, dopo circa mezz’ora di scotomi e scintillii, ho avuto intorpidimento degli arti fotofobia e afasia. In seguito, dopo circa 15 giorni di Laroxyl, il 24 dicembre 2013 ho avuto il mio primo attacco di panico, abbastanza violento.

Siccome prendo cipralex e xanax ormai da più di un anno e gli attacchi non passano vorrei capire se ci sono altre cause. Mi sono stancato di pacche sulla spalla e di frasi come “devi stare tranquillo, non hai niente”. I problemi sono rimasti tutti, sono diminuiti ma non scomparsi. La mia cerca di essere una ricerca di una probabile avaria senza ansia o stress di nessun tipo.

Cordiali saluti.

Un commento a “La Risonanza Magnetica alla testa può escludere la presenza del Forame Ovale Pervio?

  1. Luigi Santarella on

    Caro Giuseppe,
    la risonanza magnetica non è l’esame medico più adatto per la ricerca del Forame Ovale Pervio, la cui valutazione richiede invece un approccio multidiscliplinare che permetta di verificarne la presenza e la significatività.

    Non si deduce dal suo racconto che la comparsa dei problemi sia correlata a un’immersione subacquea o a uno sforzo intenso, per cui ritengo improbabile che i sintomi che da lei descritti siano correlati alla presenza di un Forame Ovale Pervio.

    Rimaniamo a disposizione per qualsiasi chiarimento nell’ambito della nostra specializzazione.

    Un caro saluto,
    Dott. Luigi Santarella
    Laurea in Medicina e Chirurgia all’Università Alma Mater Studiorum di Bologna, n. ordine dei Medici Chirurghi di Ravenna: 3151

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *