Ho chiuso il PFO da sei anni. Devo fare altri controlli per immergermi?

Buonasera, volevo porvi alcune domande inerenti alla chiusura del PFO, scusandomi se scrivo qualche “strafalcione”.

Ho chiuso il PFO nell’estate del 2009 a Firenze e il medico mi ha detto che dopo un anno potevo tornare ad immergermi. Da allora non ho più fatto controlli (mi hanno detto che non vi era nessuna necessità), ma adesso con la mia volontà di tornare sott’acqua vi chiedo se sarebbe il caso di fare controlli specifici, eventualmente quali e se nel caso quelli che potete eseguire voi e quelli che dovrei fare esterni da vostro centro.

In attesa di una vostra risposta vi ringrazio e porgo i miei saluti. Massimo

Un commento a “Ho chiuso il PFO da sei anni. Devo fare altri controlli per immergermi?

  1. Luigi Santarella on

    Buongiorno Massimo,
    in caso di chiusura del PFO, viene suggerito un programma di immersioni controllate a scopo riabilitativo da iniziare dopo il primo controllo con ecodoppler transtoracico, eseguito dopo un mese dall’intervento.

    Dopo sei mesi dalla chiusura è prevista la visita finale per il via libera alle immersioni senza restrizioni (nell’ambito dei limiti posti dal brevetto).

    Ritengo quindi che l’iter diagnostico-interventistico a cui sei stato sottoposto sia completo e appropriato, perciò non considero necessari ulteriori controlli in assenza di qualsiasi sintomatologia correlabile a malattia da decompressione.

    Ti consiglio di effettuare le normali visite annuali per l’idoneità alla subacquea non agonistica e immergerti in tutta sicurezza.

    Rimaniamo a tua disposizione per ulteriori chiarimenti

    Cordiali saluti,
    dott. Luigi Santarella
    Laurea in Medicina e Chirurgia all’Università Alma Mater Studiorum di Bologna, n. ordine dei Medici Chirurghi di Ravenna: 3151

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *