Ulcera cutanea dal 1999

Sono disperata perchè ho solo 53 anni e sono 14 anni che lotto per curare un ulcera sopraggiunta dopo una caduta con lo scooter. Inizialmente mi ha fatto infezione la ferita al lato esterno del polpaccio che poi non è piu guarita ed è diventata un ulcera non ben definita. Dopo 3 anni ho fatto il trapianto a Pisa con la mia stessa pelle  ma non ha attecchito, anzi l’ulcera è diventata ancora piu grande.

Da anni sono seguita dal Dottor  Marco Romanelli, primario di dermatologia pisana, da cui faccio le medicazioni una volta a settimana ma sto sempre peggio  e non vogliono ricoverarmi.

Io sto perdendo la forza a tutta la gamba: ho perennemente un edema e la gamba non ha piu l’elasticita perciò non riesco piu a camminare. La caviglia è inchilosita e quindi non riesco neanche a far fisioterapia per il tremendo dolore.

Vorrei  saper se potete aiutarmi, sono disposta al ricovero se mi date le dovute informazioni. Sarebbe un sacrificio dato che sono di Livorno (Toscana)  ma se ci fosse una speranza di guarigione lo farei senz’altro.

Attendo risposta

Grazie

3 commenti a “Ulcera cutanea dal 1999

  1. Klarida Hoxha on

    Cara Rosanna.
    Grazie per averci scritto. La gioia di sapere essere un punto di riferimento per voi si unisce al dispiacere nel sentire le sofferenze passate fino a oggi.
    Marco Romanelli è un maestro a livello internazionale per quanto riguarda le ulcere della pelle e siamo sicuri che ha fatto il meglio per lei.

    Dal nostro punto di vista sarebbe interessante anche la possibilità di fare l’ossigenoterapia iperbarica (OTI). Non conosco i dettagli su come sia avvenuto l’ incidente, ma sarebbe da indagare una possibile presenza di osteomielite (infezione dell’osso: in tal caso serve un esame chiamato scintigrafia con i leucociti marcati e una risonanza magnetica.

    La camera iperbarica in associazione con la terapia antibiotica mirata ed eventuale pulizia chirurgica è estremamente utile alla risoluzione dell’ osteomielite in quanto aiuta a risolvere l’infezione locale aumentando la vascolarizzazione periferica favorendo così l’ossigenazione dei tessuti e la guarigione della ferita. La camera iperbarica infatti riduce la carica batterica grazie alla formazione dei radicali liberi dell’ossigeno, potenzia il lavoro dei globuli bianchi (cellule deputate alla difesa del nostro organismo) e accelera il processo di riparazione dell’osso e dei tessuti molli e di conseguenza anche dell’ ulcera.

    Rimaniamo a disposizione per qualsiasi chiarimento e dovesse avere bisogno non esiti a contattarci al numero del Centro iperbarico 0544/500152 o segreteria@iperbarocoravenna.it

    Un caro saluto,
    Klarida Hoxha

    Rispondi
  2. rosanna norci on

    vorrei sapere come posso fare per venire ricoverata per essere seguita e curata per l ulcera cutanea infetta perche non riesco piu a camminare e sto perdendo la gamba non vorrei venir fino laggiu dalla toscana solo per fare una visita…vorrei venire dirttamnte per ricovero sono di livorno e sono 13 anni che la curo senza risultati grazie

    Rispondi
  3. Klarida Hoxha on

    Cara Rosanna, sarai contattata al più presto dalla segreteria del Centro iperbarico per tutte le informazioni del caso.
    Cordiali saluti, Klarida

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *