Terapia iperbarica e magnetoterapia per guarire la necrosi al ginocchio

Salve dottore, le scrivo per un problema che ha mia madre. Le è stata diagnosticata una necrosi di 12 mm al ginocchio, prima di operarla le hanno consigliato di provare con la terapia iperbarica abbinata alla magnetoterapia: secondo lei che possibilità ci sono di guarigione?  leggendo i forum ho visto che dalla fine della terapia alla risonanza di controllo devono passare due mesi, volevo chiederle, in questo lasso di tempo lei può caricare? La ringrazio di cuore.

Un commento a “Terapia iperbarica e magnetoterapia per guarire la necrosi al ginocchio

  1. Andrea Galvani on

    Buongiorno Sig.ra Mariella,
    grazie per averci scritto.
    Le possibilità di guarire da un’osteonecrosi asettica tramite l’ossigenoterapia-iperbarica sono concrete: il nostro protocollo prevede un ciclo di 30-40 sedute di camera iperbarica (una o due sedute al girono da 90 minuti: la prima metà del ciclo sarà ad una pressione di 2.5 BAR la seconda metà invece con una pressione di 2.2 BAR), una vista medica di controllo a metà ciclo, una visita con lo specialista Fisiatra e ciclo di Magnetoterapia.

    Per poterci esprimere con una prognosi precisa (e valutare la possibilità di una terapia farmacologica che coadiuvi l’OTI) sarebbe però opportuno sia visitare sua madre che poter osservare referto ed immagini RMN della patologia in questione.

    Per quanto concerne invece il carico e il piano di riabilitazione, vanno entrambi valutati assieme allo Specialista Fisiatra.
    Presso in nostro Centro collaborano tutte queste figure specializzate, se siete interessati a seguire il nostro programma terapeutico potete contattare la segreteria del Centro al numero 0544-5000152 oppure all’indirizzio mail: segreteria@iperbaricoravenna.it, cercheremo di risponderle il prima possibile.

    Un grande in bocca al lupo a sua madre per una pronta guarigione e un sincero augurio di Buon Natale e felice anno nuovo ad entrambe.

    Un saluto cordiale,
    Dott. Andrea Galvani

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *