Recupero dopo frattura al malleolo peroneale sinistro

Un saluto a tutti, soprattutto complimenti e grazie per tutte le informazioni che fornite con gentilezza, chiarezza e professionalità estreme.

Il mio caso: il 24 luglio, scendendo e cadendo da un sentiero in montagna, con una forte torsione del piede sx mi sono procurata una frattura bimalleolare e dell’astragalo.
Operata il 28 luglio con un intervento di riduzione ed osteosintesi con placca (da 6) e viti, ho attualmente un tutore walker articolato e regolato con pendenza del 10 %.
Le prescrizioni in fase di dimissione sono state le seguenti: deambulazione con bastoni canadesi e divieto di carico per 30 giorni.
Controllo il 29 agosto, altri 30 giorni di bastoni canadesi e carico progressivo a tolleranza a sinistra.
Esercizi isometrici per la cura del tonotofismo dei muscoli quadricipite femorale e flessore della coscia  sx. Fisiochinesiterapia passiva-attiva assistita arto inferiore sx.

Sono abbastanza distante dal vostro centro e venire lì sarebbe complicato, tuttavia sono molto interessata alle terapie che proponete per accelerare ma soprattutto per rendere qualitativamente migliore la riabilitazione.

Vi chiedo però, in base alla vostra esperienza, se la terapia può essere iniziata già dalle fase 2 (bastoni e carico progressivo) o se devo aspettare la fase 3 (dopo 60 giorni dall’intervento).

Inoltre, nella malaugurata ipotesi che (per questioni di organizzazione famigliare) non riuscissi a venire nel vostro centro, potete indicarmi uno specialista o una struttura a Roma e dintorni che conosca e segua i vostri percorsi?

Grazie infinitamente sin da ora!

 

 

Un commento a “Recupero dopo frattura al malleolo peroneale sinistro

  1. Andrea Galvani on

    Gentilissima sig.ra Vincenzina,
    grazie mille per tutte le belle parola che ha rivolto al nostro Centro.
    Allo stato attuale lei sarebbe già pronta per intraprendere Percorso di “guarigione da frattura ossea” che seguiamo al Centro Iperbarico.
    E’ un percorso multidisciplinare molto completo e intensivo: oltre al ciclo di Ossigenoterapia Iperbarica prevede anche un trattamento personalizzato fisioterapico, TECAR-terapia, idrokinesiterapia, consulenza e controllo del percorso da parte del nostro Fisiatra con eventuale massaggio connettivale per lo sbrigliamento delle ferite e opportune medicazioni.
    E’ un percorso molto completo che dopo una prima visita necessaria per valutare le sue condizioni generali, verrà personalizzato sulla base delle sue necessità e problemi specifici.

    Purtroppo non conosco strutture a Roma che seguano questo percorso. Se è interessata a maggiori informazioni o vuole prenotare una visita la invito a contattare la Segreteria del Centro Iperbarico allo 0544-500152: le ragazze potranno aiutarla anche ad organizzare al meglio la sua permanenza a Ravenna durante la terapia.

    Le mando un grande in bocca al lupo per una rapida guarigione dalla frattura.

    Un caro saluto,
    Dott. Andrea Galvani

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *