Un Grazie di cuore: testimonianze dal mondo del diabete sommerso!

Salve Dott. Longobardi,

volevo ringraziarla per la sua presenza nella bellissima giornata di Sabato 17-09-2011!E’ stata una bellissima esperienza sia per l’immersione stessa che per la conoscenza di altre persone diabetiche che amano il mare! Sarei voluta rimanere molto più tempo dandovi la possibilà di conoscermi meglio, avrei voluto farvi diverse domande relative a profili decompressivi e progetto diabete sommerso, ma non ho potuto trattenermi di più!Ho scambiato due parole con Marco che mi ha dato un valido consiglio: presto manderò una e-mail a Diabete Sommerso e volevo chiederle un suo indirizzo e-mail per mandarle, per conoscenza, quello che scriverò! Effettivamente io sono molto avanti rispetto al progetto diabete sommerso!

Voglio precisare che la mia non è stata fortuna, come in tanti mi hanno affermato, ma penso che i progressi che ho fatto e che farò possano in qualche modo interessare tutti i diabetici, dottori, e Diabete sommerso stesso! Voglio dare a tutti voi la possibilità di conoscermi meglio riuscendo a dimostrarvi che anche le mie immersioni che durano tra i 60/70min sono in piena sicurezza, anche se utilizzo una bombola decompressiva! Mi rendo disponibile, come sto facendo con il DAN, ad inviarvi i mie grafici e le mie glicemie, e mi rendo disponibile a collaborare con voi al 100% per qualsiasi domanda!

Cerco una vostra collaborazione, anche per tutti i ragazzi diabetici che magari non vogliono fermarsi a 30metri entro i limiti di non decompressione! Spero di ricevere quello che le ho chiesto!

Grazie per la cortese attenzione, Natasha Bertozzi.

0 commenti a “Un Grazie di cuore: testimonianze dal mondo del diabete sommerso!

  1. Redazione on

    Gentile Natasha,
    grazie anche a nome del Dr. Longobardi per le belle cose che scrivi! Siamo felici dei tuoi successi e ti auguriamo un 2012 di straordinarie immersioni.
    Che ne dici se dei tuoi progressi ci tieni informati scrivendoci qui sul blog? Saremo felicissimi di pubblicare il racconto delle tue immersioni in sicurezza per condividerle con tutti i lettori e soprattutto con tutte le persone che nonostante il diabete hanno scoperto la possibilità di poter immergersi in sicurezza.

    Scrivici, ti aspettiamo!

    Rispondi
  2. Natasha on

    Sono felice di far parte del progetto Diabete sommerso e di vedere qualche luce per riuscire a raggiungere l’obbbiettivo che mi sono promessa da quando ho iniziato a fare subacquea!Grazie!Le mie immersioni proseguono, anche se fuori fa freddo :-)!!Chiedo scusa in anticipo se il mio blog non è ancora aggiornato sulle mie immersioni ma presto lo sarà con grafici e glicemie!Pensavo di darvi un’idea nel creare un nuovo ritrovo, come quello che avete fatto a Ravenna!Io mi immergo tutti i week end a Livorno, precisamente a Quercianella e il nostro punto di appoggio è il DeepInside Diving!E’ un Diving dove non manca nulla per noi sub!Il titolare è sempre a nostra completa disposizione per soddisfare noi subacquei!Il Diving possiede doccie calde, bagno, ristorante, bar, un’aula per i breefing e corsi!Per quanto riguarda i siti di immerisone ne esistono per tutti i livelli, da -18 a -45!Il proprietario sarebbe felice di accogliere altre persone diabetiche, oltre a me!Potrebbe essere un Diving perfetto dove potersi incontrare nuovamente dandovi la possibilità di conoscermi meglio facendovi vedere che anche le immersioni fuori curva per noi diabetici sono in sicurezza!Ci tengo molto a questa cosa!Se riuscirò a pubblicarvi un grafico presto lo farò!!E’ un grafico importante per me sia per la subacquea perchè è stato il tuffo più bello che abbia mai fatto fino ad adesso sia per il Diabete!Non voglio che sia oggetto di discussione ma di riflessione solo su un piano diabetico!Ditemi come come fare e lo farò così se avete domande da farmi sono pronta a rispondervi.Ho tutte le glicemie annotate.Sto scrivendo un riassunto della la mia storia diabete-subacquea e appena avrò finito sarò felicissima di postarla sul vostro blog!
    Grazie ancora
    Natasha

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *