Marilisa Rizzetto: cura patologie cerebrali croniche in USA

Buongiorno Dr Longobardi, Le invio alcune informazioni sul centro in Florida http://marilisarizzetto.blogspot.com Tenga presente che il blog non e’ completato.

Cordiali saluti, Marilisa Rizzetto

0 commenti a “Marilisa Rizzetto: cura patologie cerebrali croniche in USA

  1. Pasquale Longobardi on

    cara Marilisa, ti ringrazio per l’attenzione. Ho letto con interesse il tuo blog che denuncia l’inappropriatezza e numerosi inganni dell’Ocean Hyperbaric
    Neurological Center e di Therapies4kids di Lauderdale by the Sea, Florida (USA).
    Confermo che la reputazione attuale di quel Centro è pessima: l’approccio è considerato
    esclusivamente commerciale; dedito a una forte attività di reclutamento dei pazienti, in tutto il Mondo, operata da personale prevalentemente non sanitario.
    Ho conosciuto il prof. Richard Neubuer: era un ricercatore molto preparato sull’attività neurologica e sul metabolismo dei neuroni che studiava con passione tramite la SPECT (un’indagine che, all’epoca, era poco conosciuta in Italia e permette di visualizzare il funzionamento o meno delle cellule nervose). Aveva dimostrato che l’ossigeno iperbarico, a basso dosaggio e soltanto se associato a numerose altre terapie (riabilitazione, Thera Suit, ecc.), stimolava l’attivazione di nuove connessioni nervose che rendevano il bambino più attento all’ambiente esterno e meglio collaborante con i genitori e gli educatori. Si tratta di un lavoro lungo e intensivo.
    Gli eredi avranno deciso di tesaurizzare soldi, fin quando possibile, “spremendo” la buona reputazione ereditata dal prof. Neubauer. In breve tempo l’hanno rovinata, come tu hai dimostrato.
    Nel tuo blog é particolarmente interessante l’intervista al dr. Paolo Binda Zane (Milano – Presidente della Associazione Nazionale Centri Iperbarici Privati – ANCIP) http://tinyurl.com/3ms2q4m
    Confermo che la Società Italiana di Medicina Subacquea e Iperbarica (SIMSI) è attenta nel segnalare che non vi sono, attualmente, evidenze scientifiche che supportino l’efficacia della ossigenoterapia iperbarica nel trattamento delle patologie cerebrali croniche (www.simsi.org nella sezione “commenti”).
    L’autorevole prof. Enrico Camporesi, italo-americano che lavora all’Università di Tampa in Florida (USA) ed è uno dei massimi esperti internazionali in medicina iperbarica, denuncia il trattamento inappropriato delle patologie cerebrali croniche che, negli USA, si sta diffondendo grazie all’utilizzo di camere iperbariche gonfiabili (come dei “gommoni”) compresse ad aria a pressione relativamente bassa (1,3 atmosfere assolute, equivalenti alla profondità di tre metri in mare).
    La tua denuncia è eticamente corretta nell’intento di allertare le famiglie dei bambini affetti da patologia cerebrale cronica di diffidare del richiamo di false sirene.
    Adesso il compito degli esperti del settore (Istituzioni, medici, mondo della comunicazione) è di aiutare i parenti (se lo desiderassero) a individuare un percorso clinico assistenziale appropriato per il trattamento delle patologie cerebrali croniche.
    Ti saluto cordialmente, Pasquale Longobardi

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *