Necrosi ossea in ragazzo di 20 anni x leucemia: protesi o ossigeno iperbarico?

salve, sono un ragazzo di Caltagirone (CT) – Sicilia, ho 20 anni. Nel 2005 ho avuto una leucemia grave molto devastante e per abbattere la leucemia mi hanno dovuto praticare il doppio di chemioterapia e cortisone rispetto alle dosi normali.

Grazie a Dio sono guarito ma tutte queste cure mi hanno provocato una coxcoartrosi bilaterale, una gonoartrosi bilaterale e l’artrosi alle spalle. Nel 2009 sono stato operato di protesi all’ anca sn perché non avevo più la testa femorale. Ho avuto risutati eccellenti, sono stato operato all’ Humanitas di Milano dal prof. Grappiolo: diciamo che é come se non avessi la protesi, pratico movimenti estremi.

L’anca destra si e’ stabilizzata e spero di non fare l’intervento di protesi, per il momento. >C’è un pò di necrosi ma ancora l’interlinea articolare e’ conservata, non ho molto dolore.

Il problema e’ la spalla sinistra che e’ peggiorata notevolmente.

Le volevo chiedere se fosse possibile praticare una terapia per conservare queste ossa e recupare anca  ginocchia e spalle.  Non vorrei affrontare un’ altro intervento, non voglio diventare un uomo bionico con 4-5 protesi..anche perché in futuro diventerebbe un problema per l’usura..  possiamo fare qualcosa a livello biologico o cure ?? In giro mi dicono che l’unica cura sono le protesi ma io mi voglio operare solo in caso estremo.. la terapia iperbarica puo’ risolvere questo problema ??

attendo una sua notizia, cordiali saluti. Salvatore Polizzi

0 commenti a “Necrosi ossea in ragazzo di 20 anni x leucemia: protesi o ossigeno iperbarico?

  1. Pasquale Longobardi on

    caro Salvatore, ti ringrazio per l’attenzione.
    Sono felice che la tua notevole grinta ti abbia permesso di superare tanti momenti molto difficili pur avendo tu appena vent’anni (la leucemia, la radioterapia, l’intervento di protesi, ecc.). E’ un tuo diritto ricevere un pò di serenità.

    La ossigenoterapia iperbarica potrebbe essere utile se il danno ischemico alla testa del femore destro o alla spalla sinistra (“necrosi ossea asettica”) rientrassero entro lo stadio II della classificazione di Steimberg (cioè se l’edema interessasse il 30% della testa del femore senza deformazione).
    CLASSIFICAZIONE STEINBERG NECROSI CEFALICA FEMORALE
    – stadio 0: Normale con Rx, TAC o RMN non diagnostiche
    – stadio I: Rx normale, TAC o RMN patologiche
    A – Lieve (< 15% della testa) B – Medio (15% - 30%) C – Grave (> 30%)
    – stadio II: Variazioni sclerotiche o lesioni cistiche
    A – Lieve (< 15%) B – Medio (15% - 30%) C – Grave (> 30%)

    nota: gli stadi successivi (che non riporto) prevedono la deformazione dell’osso.

    Ritengo che la terapia iperbarica ti possa essere utile perché segnali che nell’anca destra è conservato lo spazio tra la testa del femore e l’acetabolo dell’osso iliaco.

    In caso che siano rispettati questi parametri di inclusione, la ossigenoterapia iperbarica (insieme ai farmaci, alla terapia fisica, alla riabilitazione in acqua) è una scelta efficace per evitare (o, alla peggio, procrastinare) la protesi data la tua età e aspettativa di vita.

    Presso il Centro iperbarico Ravenna eseguiamo un ciclo di trenta sedute di ossigenoterapia iperbarica (due sedure al giorno per due settimane e mezza), associando la terapia fisica (magnetoterapia ad alta e bassa intensità; magnetoterapia in acqua; SIT Therapy – cioè: Sistema Infiltrativo Transdermico per l’idroelettroforesi di diversi principi farmacologici terapeutici) e la riabilitazione in acqua.

    Per informazioni contatta la segreteria del Centro iperbarico Ravenna (tel. 0544-500152, email: direzione@iperbaricoravenna.it).

    Se desiderassi rintracciare il Centro iperbarico più vicino a dove abiti, ti segnalo il sito della Società Italiana Medicina Subacquea e Iperbarica (SIMSI) http://www.simsi.org dove troverai, sulla destra, il link “centri iperbarici”. ciao, Pasquale

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *